MENU
ancillotti-fry-275-2014-13

Ancillotti 2014 – FRY 27.5

Il brand italiano Ancillotti si butta nel mondo delle 27.5 e lo fa con il nuovo modello della FRY. Questa bici nasce per l’enduro ed è stata sviluppata nel corso della stagione, come da buona tradizione Ancillotti, direttamente nelle gare di enduro più importanti al mondo. Il telaio è in allumino 7005/7075 ed è stato studiato per poter ospitare la più moderna misura di ruote e pneumatici. Interamente realizzato a mano, questo telaio dispone di ben 180mm di escursione alla ruota posteriore.

Come gli ultimi modelli Ancillotti anche la FRY 2014 da 27.5 pollici dispone della particolare conformazione del telaio ad “Y“. Questa particolare costruzione incrementa i valori di resistenza alle torsioni laterali e consense alla bici, dichiara la casa, una maggiore precisione nella guida.

Saldature e fazzolettature di rinforzo eseguite ad hoc per la nuova FRY di Ancillotti. Il passaggio dei cavi e delle guaine di trasmissione e impianto frenante non è interno al telaio ma essendo una produzione completamente hand-made la visione delle guaine sul telaio non guasta con il design artigianale della bici.

La sospensione è l’ipercollaudata e rinomata Pull Shock. Sviluppata nel corso degli anni, questo particolare sistema di sospensione deriva direttamente dagli sport a motore. Il brevetto è della stessa Ancillotti e presenta il pregio di concentrare ammortizzatore e leveraggi nella parte bassa del telaio, abbassando notevolmente il baricentro del mezzo. Noto per la sua estrema sensibilità, per la FRY 275 il Pull Shock di Ancillotti è stato aggiornato per consentire una migliore pedalabilità.

Tante le caratteristiche degne di nota del sistema Pull Shock. Innanzitutto non possiamo non citare la migliorata direzionalità del carro posteriore che agisce a tirare sui link di rinvio piuttosto che a spingere. Questo a tutto vantaggio della stabilità e dell’aderenza della ruota posteriore. Le masse sospese sono poi ridotte ai minimi in quanto l’intero sistema ammortizzante risulta ancorato al telaio.

Le forme, le dimensione e le posizioni degli elementi costruttivi della sospensione Pull Shock, uniti ai punti di infulcro, determinano la curva di compressione della bici. Già a guardare queste foto appare evidente l’abilità progettuale dello schema ammortizzante. Ancillotti è riuscito a portare su tutti i suoi modelli il Pull Shock, dal downhill al cross country ed ora anche nell’enduro.

Nella foto sotto un particolare del telaio FRY 275. I due fori vicini alla corona, per intenderci quelli posizionati sul prolungamento del fodero alto di destra, permettono l’installazione di un guida catena.

Nella foto sotto è anche ben visibile la levetta per il bloccaggio dell’ammortizzatore.

Andiamo ora alle geometrie. È doveroso precisare che Ancillotti realizza telai customizzati a secondo delle preferenze del biker. Quindi le geometrie sono interamente modificabili a seconda delle esigenze.

Per quel che riguarda la bici che vedete in foto, che è stata utilizzata da Andrea Gamenara (Ancillotti Team) durante la finale dell’Enduro World Series in Italia, le geometrie vedono: interasse pari a 1210mm, angolo sterzo di 65° e altezza movimento centrale pari a 355mm. Il peso della bici che vedete in foto è di 13,2 kg.

Andiamo ora ai prezzi: il kit telaio FRY 275 2014 con serie sterzo, ammortizzatore e asse posteriore costa al pubblico 2.900,00 €. La bici completa come in foto costa invece 5.700,00 €. Inoltre Ancillotti mette a disposizione anche la possibilità di personalizzare tutti i componenti della FRY 2014.

Il modello che vedete in foto è così montato:

Forcella: Formula 35 2014 steli 35 160mm 27,5

Freni: Formula The one  dischi 180-180 2 pezzi

Attacco manubrio: Renthal Duo

Manubrio: Renthal Fatbar Light

Trasmissione: Sram X01 con corona 30 denti

Reggisella: KS Lev 30,9

Sella: Selle Italia

Monopole: Renthal Lock On

Ruote: Ancillotti con mozzo anteriore Ancillotti, posteriore Hope Pro 135×12 XX1, cerchi Sun Rims Inferno 25 raggi DT black sfinati 2.0-1.5 con nipples ergalrossi.

Pneumatici: Maxxis ant. High Roller II 27,5 x 2,4 Exo 3C post. Maxxis Ardent 27,5 x 2,25

Per maggiori informazioni visitate la pagina web ancillotti.com o contattate direttamente il brand all’indirizzo info@ancillotti.com.

4 Responses to Ancillotti 2014 – FRY 27.5

  1. claudio scrive:

    meravigliosa, se avessi i soldi la comprerei subito.mi piace l ancillotti da quando costruiva le moto da cross tutte meravigliose

    (1)(0)
  2. claudio scrive:

    sono di nuovo io claudio,la bici e perfetta,come piace a me. pero darei un sugerimento ,perche non fare solo il forcellone posteriore ,in carbonio,sicuramente,telaio im alluminio,e forcellone in carbonio ,esteticamente farebbe impazzire chiunque,l estetica dell forcellone chiaramente in proporzione dovrebbe assomigliare a quello del yamaha r1, che gia un po si assomigliano con quello ancillotti, ciao, a tutti.

    (1)(0)
  3. paolo del bene scrive:

    costruiscilo te in carbonio, e vediamo quanto dura il carbonio.

    si da proprio il caso che sono le moto iapponesi ad aver copiato Ancillotti e non il contrario.

    (3)(0)

Lascia un Commento