Crankworx – Fairclough vince lo Speed & Style

Triride XL

XL » 12/08/2012

Oggi a Whistler si è tenuto il Dual Speed and Style, una disciplina che unisce il dual slalom allo slopestyle. I rider partono insieme su quello che sostanzialmente è un percorso da dual slalom, la differenza è che sul tracciato sono stati inseriti due grossi salti da slopestyle e un wallride. A questo punto i fattori determinanti per la vittoria sono due: la velocità, il primo che arriva vince, ma anche lo stile. Una giuria infati giudicava il miglior trick sui due salti e sul walrride. Il rider che otteneva il maggior punteggio vinceva un bonus di 0.6″ che venivano poi sottratti al suo tempo finale. Un meccanismo un po’ complicato che però non ha impedito che mancasse lo spettacolo oggi a Whistler.

Brendan Fairclough, vincitore del contest, sull’ultimo salto ha puntato tutto sul suo celebre nac nac (whip con un solo piede).

speed-and-style-crankworx

Il recap della gara

Secondo classificato Andreu Lacondeguy. Vedere dal vivo il rider spagnolo all’opera è una cosdavvero entusiasmante.

speed-and-style-crankworx

Terzo classificato Kyle Strait, qui in azione sul wallride.

speed-and-style-crankworx

La velocità gioca un ruolo determinante in questo contest. Tagliando il traguardo con un buon margine sull’avversario ci si poteva assicurare la vittoria anche senza aver portato a casa trick da capogiro. Bernard Kerr ha cercato di puntare tutto sulla velocità nella sua run contro Fairclough ma alla fine il suo connazionale ha avuto la meglio.

speed-and-style-crankworx

Fairclough e Strait quasi in contemporanea sul wallride.

speed-and-style-crankworx

Lacondeguy vola sul tracciato dello Speed and Style a pochi centimetri di distanza dalla folla.

speed-and-style-crankworx

Kyle Strait in due momenti della stessa run, un trick sul primo salto e concentrazione totale sulla velocità sull’appoggio successivo.

speed-and-style-crankworx

speed-and-style-crankworx

Ancora il nac nac di Fairclough protagonista sull’ultimo salto prima del traguardo.

speed-and-style-crankworx

Andreu Lacondeguy sul wallride.

speed-and-style-crankworx

Uno scatto può rievocare la bellezza e l’eleganza di un gesto atletico anche se viso del rider rider, e sponsor, non sono in primo piano nell’inquadratura. Un modo diverso di raccontare la gara, questi scatti ci sono smbrati molto suggestivi, a voi il giudizio.

Andreu Lacondeguy

speed-and-style-crankworx

Martin Söderström nei due scatti successivi

speed-and-style-crankworx

speed-and-style-crankworx

Un momento evocativo, dilatato nel tempo. Brendan Fairclough corre verso la vittoria mentre al suo fianco Lacondeguy si esibisce in un back flip.

speed-and-style-crankworx

A giocare un ruolo importante oggi è stata anche la fortuna al fianco del rider inglese. Nell’ultimo slalom fra i paletti Lacondeguy è infatti caduto sollevando una nuvola di polvere impressionante.

speed-and-style-crankworx

Un Lacondeguy impolverato naturalmente non troppo soddisfatto di quanto appena accaduto, uno scivolone che gli è costato la probabile vittoria visto i trick sciorinati durante la sua run.

speed-and-style-crankworx

speed-and-style-crankworx

Segno opposto invece per per Fairclough. Un’affermazione importante che viene alla fine di una stagione non proprio brillante. Il rider Scott al momento è stato convocato come riserva del team UK per i mondiali di Leogang. Anche se non è dh racing una vittoria è sempre qualcosa che risolleva il morale. Grande Brendan!

speed-and-style-crankworx

speed-and-style-crankworx

Il sole tramonta sulle montagne canadesi, si torna a casa pronti ad affrontare, domani, un’altra giornata di Crankworx con la Garbanzo DH.

speed-and-style-crankworx