MENU
gt-fury-expobici

CSG Expobici 2012 – GT & Cannondale

All’Expo Bici di Padova abbiamo visitato lo stand di Cycling Sports Group, il gruppo che gestisce GT Bicycles, Cannondale, Schwinn e Mongoose. CSG guarda molto da vicino non solo ciò che ispira i consumatori di oggi, ma anche ciò che si ritiene li ispirerà negli anni a venire.  “Nel fare questo, stiamo letteralmente predicendo quello che potrebbe essere il panorama ciclistico del 2022“, ha affermato in una recente intervista Chris Peck (Vice President Global R&D Cycling Sports Group).  “L’innovazione è il centro del nostro DNA. Questo progetto ci offre gli scorci per determinare un percorso chiaro finalizzato a sviluppare una tecnologia che i consumatori troveranno cruciale non solo oggi, ma anche tra dieci anni da adesso.

Simone Maltagliati (Cycling Sports Group – Italia) ci illustra alcune delle più interessanti novità GT e Cannondale presentate all’Expo Bici di Padova. Ne abiamo anche approfittato per fare due chiacchiere con il campione italiano dh Lorenzo Suding.

 

GT
Iniziamo subito parlando di GT Bicycles. In particolar modo abbiamo dato una sbirciata nella gamma gravity ed enduro/all mountain. Cominciando con il dh ci imbattiamo subito nella Fury, la bici in uso al team GT Factory Racing/Atherton. Per il 2013 la gamma Fury è composta da due telai, uno in fibra di carbonio ed uno in lega di alluminio.

Il top della gamma Fury è il modello World Cup. Si tratta in sostanza della medesima bici di coppa con geometrie molto racing. L’angolo sterzo della Fury World Cup è di 63,5° mentre quello sella è di 69,7°. Il carro è lungo 438mm mentre il passo totale nella misura M è di 1177,09mm.

Il montaggio della versione World Cup è di altissimo livello. All’anteriore troviamo una forcella Fox 40RC2 FIT, mentre al posteriore l’escursione, pari a 210mm, è gestita da un ammortizzatore Fox DHX RC4. In bella vista poi tanta componentistica firmata Pro Atherton. La trasmissione è invece affidata allo Shimano Saint, così come l’impianto frenante. Le ruote sono invece delle E.thirteen LG1+ DH. Il sistema ammortizzante non ha subito particolari modifiche e rimane l’ipercollaudato IDrive (Independent Drivetrain). Prezzo di listino al pubblico 7.199 euro la bici completa e 3.499 per il solo telaio.

Sempre in carbonio ma con un montaggio complessivo un pelo meno esclusivo la versione Team (forcella Fox 40RC2 FIT, ammo Fox DHX RC2, guarnitura E.thirteen DH Single, cambio Shimano Zee Shadow Plus, cerchi Alex Supra, freni Formula RO con dischi 203mm). Prezzo al pubblico per la bici completa 5.499 euro.

Per quanto riguarda invece il modello in alluminio per il 2013 saranno presenti in catalogo tre differenti montaggi: Alloy 1.0 (forcella Fox 40R, ammo Fox DHX RC2, gruppo e freni Shimano Zee, prezzo al pubblico 4.199 euro), Alloy 2.0 (forcella RockShox Boxxer RC, ammo Fox Van RC, guarnitura RaceFace Respond, cambio posteriore SRAM X7 gabbia corta, cerchi Alex FR30 32 fori, freni Formula T1s con dischi da 203mm, prezzo al pubblico 3.299 euro) ed Alloy 3.0 (forcella RockShox Domain R Dual Crown, ammo RockShox Kage R, guarnitura Truvativ Hussefelt 1.0, cambio posteriore SRAM X5 gabbia media, cerchi Alex DUS30 32 fori, freni Avid Elixir 3 con dischi da 200mm, prezzo al pubblico 2.699 euro).

Nella foto sotto la GT Fury del team Pila-BlackArrows con la quale Lorenzo Suding ha corso la stagione 2012.

Tyler McCaul (rider GT) l’ha sempre detto: “…le acrobazie dei rider di BMX mi hanno sempre ispirato e quindi cerco di trasferire ciò che fanno loro nel freeride“. Così è nata la linea MTBMX di GT. Biciclette che, dichiara il brand americano, annullano i confini tra 26″ e 20″. Sufficientemente versatili da essere utilizzate ogni giorno come biciclette per il trailriding. La GT La Bomba è il top della gamma MTBMX. Una bici studiata per saltare ma che non disdegna le uscite pedalate. Tutti i telai della gamma MTBMX sono in alluminio. Due i modelli in produzione per il 2013: La Bomba e la Ruckus.

Per le discipline come l’allmountain e l’enduro la gamma GT offre bici per tutti i gusti. Interamente dedicata all’enduro la GT Force LE, la bici da enduro di Dan Atherton. Telaio in alluminio e 150mm di escursione sempre gestita dal sistema Independent Drivetrain.

Le geometrie di questa mtb vedono l’angolo sterzo da 66° mentre quello sella è da 71,7°. Il carro della Force LE è lungo 430,8mm mentre il passo totale nella misura M è di 1141,16mm. Cinque le taglie a disposizione dalla XS alla XL.

Il montaggio della LE è composto da una forcella Fox Racing Shox 34 Float 160 RLC FIT con 160mm di escursione. Al posteriore invece troviamo l’ammortizzatore Fox Racing Shox Float CTD. Il gruppo trasmissione è uno Shimano Deore XT. Mentre l’impianto frenante è gestito dall’italiana Formula con rotori da 180mm su entrambe le ruote. Il tubo sterzo è conificato come la maggior parte delle moderne mtb. Prezzo al pubblico 4.199 euro.

Per la gamma allmountain c’è la Force. Questa è offerta per la prossima stagione sia con telai in fibra di carbonio che in alluminio. Per quanto riguarda il carbonio il top di gamma è la Carbon Pro. Il telaio in fibra di carbonio dispone di 150mm di escursione alla ruota posteriore gestiti dall’ammortizzatore Fox Float CTD BV Adjust Kashima. All’anteriore invece troviamo la forcella Fox 32 Float 26 CTD FIT Kashima con travel pari a 160mm. Freni Formula R1 e ruote Easton EA70 XCT. Prezzo al pubblico 5.499 euro. Qui in basso la foto della Carbon Expert, che sarà montata con forcella Fox 32 Float 26 CTD FIT, ammo Fox Float CTD BV, guarnitura RaceFace Turbine 36/24T 2×10, trasmissione Shimano XT con cambio Shadow Plus, ruote Easton EA70, freni Formula R1s con dischi da 180mm. Il tutto per un prezzo al pubblico di 4.499 euro. La Carbon Sport sarà invece montata con forcella RockShox Sektor RL Solo Air da 150mm, ammo Fox Float CTD SV, gruppo misto Shimano SLX con cambio Shadow Plus e deragliatore anteriore Deore, cerchi Easton EXP360 e freni Formula RX con dischi da 180mm. Prezzo al pubblico 3.299 euro.

Qui in basso la GT Force del team 360Degrees guidata da Vittorio Gambirasio.

Per le discipline più pedalate GT amplia le gamme XC e Trail. Innanzitutto la serie Kashmir, biciclette che si rivolgono agli amanti delle ruote da 29 pollici con un sistema di forcellini posteriori innovativo che permette la trasformazione in singlespeed. Infine c’è poi la serie Timberline 29er, una solida 29er entrylevel con un telaio in alluminio 6061-T6.

Per maggiori informazioni visitate la pagina web gtbicycles.com.


Cannondale

Diamo adesso uno sguardo a quella che ci è sembrata la novità più interessante di Cannondale per il 2013, la Trigger 29er, bici da 29″ in alluminio con escursuione di 130mm e destinata a quello che oggi viene sempre più definito “mtb di nuova generazione”. In pratica una bici per la quale versatilità e divertimento nella guida diventano i fattori determinanti. Una bici che potrete tranquillamente scegliere per un range d’utilizzo che va dall’allmountain/xc all’enduro. L’ammo FOX DYAD RT2 è composto da due diverse unità ammortizzanti: una ad escursione corta (Elevate) ed una ad escursione lunga (Flow), che consentono di cambiare al volo l’escursione, la curva di compressione e la geometria. La corsa è regolabile con un range che varia dagli 80mm fino ai 130mm. La Trigger 29er adotta la tecnologia Enhanced Center-Stiffness Torsion Control (ECS-TC), assi passanti oversize sullo snodo principale e i pivot dell’ammo e doppi cuscinetti in corrispondenza delle estremità dei foderi bassi. Il tutto per cercare di ridurre il più possibile la flessione e il gioco.

All’anteriore troviamo la nuova Lefty Supermax CARBON PBR con 130mm di escursione ed uno stelo da 36mm abbinato ad un fodero di 48mm. Questa nuova Lefty è la più robusta della famiglia, disegnata esplicitamente per un uso allmountain più aggressivo con ruote da 29″, la Supermax ha un fodero esterno in carbonio unidirezionale e le piastre in lega d’alluminio. Peso della forcella 1850g. Il tubo reggisella curvato consente alla Trigger 29er di adottare foderi alti più corti del normale, in modo da incrementare, secondo il costruttore, manovrabilità ed agilità.

Nel 2013 tutte le Lefty saranno dotate della nuova tecnologia con cuscinetti ad aghi ibridi così descritta da Cannondale: “I cuscinetti ad aghi senza frizione offrono una sospensione di una morbidezza impareggiabile in tutte le condizioni di carico, mentre il cuscinetto di scorrimento inferiore fornisce un ulteriore supporto per una maggiore rigidità e precisione di sterzo mano a mano che la forcella avanza nell’escursione”.

La gamma Trigger 29er sarà disponibile nei modelli Trigger 29er 1 (prezzo di listino al pubblico 3.799 euro), Trigger 29er 2 (3.199 euro) e Trigger 29er 3 (2.599 euro).

cannondale-trigger-29er-1-2013

cannondale-trigger-29er-2-2013

cannondale-trigger-29er-1-2013

Per gli amanti delle 26″ la Trigger sarà disponibile nelle versioni in carbonio Trigger Carbon Ultimate, top di gamma, e Trigger Carbon 1 e 2, rispettivamente media gamma ed entry level.

CSG è uno dei gruppi più attivi nella sponsorizzazione di atleti in Italia, fra i suoi rider può infatti vantare il campione italiano downhill Lorenzo Suding, che corre su GT, il team 360° con Walter Belli e compagni e il campione italiano nonchè bronzo olimpico cross country Marco Aurelio Fontana, rider Cannondale. Nelle foto in basso maglia e bici di Marco Aurelio Fontana.

Per maggiori informazioni sulla gamma 2013 di Cannondale visitate il sito cannondale.com.

FEATURED IN THIS POST

Lascia un Commento