MENU
from-the-inside-out-review-5

From the Inside Out – review

Regia: 70%

Fotografia: 75%

Montaggio: 75%

Azione: 70%

Riprese mozzafiato e trick impressionanti non vi daranno tregua per 37 minuti.

Total Score 73%

From the Inside Out è probabilmente il video più anticipato della stagione 2011. Prodotto dalla SecondBase Films, una casa di produzione nata dalla collaborazione fra The Coastal Crew ed Anthill Films, FtIO negli ultimi mesi ha letteralmente invaso il web. Il video è stato girato interamente in British Columbia (Canada) ed i rider protagonisti sono Brandon Semenuk, Steve Smith, Thomas Vanderham, Matt Hunter, Graham Agassiz, Mike Hopkins, Kenny Smith e la stessa The Coastal Crew.

Parlare di un video non è mai una cosa troppo semplice, sono coinvolti i gusti personali su differenti piani: musica, riprese, grafica, riding ecc… . Rispondiamo subito a due domande a bruciapelo per rompere il ghiaccio: Frome the Inside Out è bello? Assolutamente sì! Ma è anche nuovo e originale? No!

 

 

from-the-inside-out-review

La prima risposta è facile da motivare. In British Columbia non è difficile trovare un bel trail e non è neanche difficile trovarlo bello, è solo praticamente impossibile non trovarlo “perfetto”. Si tratta di una realtà complicata forse da comprendere se non si è vista almeno una volta nella vita. Immaginate territori sconfinati dove sbizzarrire la vostra fantasia da trailbuilder, immaginate orde di ragazzi (pensate un numero e poi elevate alla quinta) che passano ore, giorni, settimane a costruire percorsi. Sapete qual’è il motto da quelle parti? Due ore di trailbuilding e un’ora di riding. A questo aggiungete un livello medio da fare paura al più esperto dei rider, ragazzini di 13 anni che chiudono ogni trick possibile ed immaginabile e che non concepiscono neanche un salto che non abbia nel mezzo un gap di minimo 6 metri e sul quale si possa mettere la bici completamente di lato. Ora prendete i più bravi fra questi ragazzi, meglio se tutti pro, e puntategli la camera contro, il risultato è From the Inside Out.

Riprese mozzafiato e trick impressionanti non vi daranno tregua per 37 minuti. Fra i segmenti più belli sicuramente il The Yard con protagonista Brandon Semenuk. Impressionante la traccia che questo rider ha nel cortile di casa, una sorta di Crankworx in miniatura. Vedere dove Semenuk si allena quotidianamente fa capire tantissimo del suo livello. Naturalmente nel suo segmento non potevano mancare riprese dal Red Bull Joy Ride 2011 dove Semenuk ha portato a casa una vittoria fantasmagorica.

Fantastico anche il train gap, un salto con gap sopra un treno in corsa, mica roba da poco. Kyle Norbraten vola per primo, verso la fine del video ci riprova invece Kenny Smith, che si aggiudica anche il più bel segmento ambientato nello Shore. Notevole anche il segmento di Graham Agassiz, classico freeride big mountain con linee impossibili giù da ripidi e sabbiosi canyon privi di sentieri.

Il segmento di Steve Smith porta una ventata di downhill che non fa per niente male. Niente whip esasperati, niente salti da 25 metri ma un tipetto che mentre viene giù per i boschi con la sua Devinci strappa il terreno con le ruote.

Ma se tutto è allora così perfetto cosa manca a From the Inside Out? Il fatto è che nel video c’è esattamente tutto quello che vi aspettate di trovare in un video di mountain bike. Il Canada, lo Shore, i whip, il salto del treno ecc… . Che ci piaccia o no qualche tempo fa è uscito Life Cycles, un video che ha mostrato definitivamente che è possibile fare qualcosa di diverso anche nei video d’azione sportiva. Potete odiarlo o potete amarlo, ma la realtà non cambia, il “nuovo” è possibile. Quindi adesso tutti i video post LC dovranno passare l’esame anche da questo punta di vista, e FtIO è un po’ debole per questo aspetto. Per carità, siamo i primi a consigliarvi di non perderlo, si tratta pur sempre di un video fantastico, ma in quanto a bellezza è anche un “fantastico stereotipo”.

Potete acquistare From the Inside Out in dvd o scaricarlo nello store di iTunes.

2 Responses to From the Inside Out – review

  1. Carlo Torboli scrive:

    Lo ho comprato su Itunes, me lo sono sparato subito tutto….eee…..bello, ma quando lo hai finito non dici ‘cazzo fa paura sto video’, dici invece ‘bello ma…’

Lascia un Commento