MENU
2013-Fox-iCD-electronic-suspension-remote-0

Fox 2013 iCD – Electronic Suspension Remote System

Avete presente quando fango e detriti finiscono nei cavi della vostra mountain bike rendendo la cambiata sporca ed indecisa? Un inconveniente davvero fastidioso che ha come unica soluzione quella di passare un bel po’ di tempo in officina e che a volte comporta la sostituzione di cavi e guaine.

Se invece al posto delle consuete trasmissioni che vengono attivate tramite il rilascio ed il tiraggio di cavi avreste a disposizione un mix di tecnologia ed elettronica questi fastidiosi inconvenienti sarebbero solo un lontano ricordo. In passato vi avevamo già parlato di trasmissioni elettroniche come la K-Edge Ki2, oggi Fox Suspension ha rilasciato quello che potrebbe essere il futuro di ammortizzatori e forcelle.

Si chiama iCD Electronic Suspension Remote System e permette di controllare il comportamento delle sospensioni del brand americano direttamente dal manubrio ed in modo completamente elettronico. Dopo il nuovo sistema CTD (Climb Trail Descend) che la casa ha introdotto nelle nuove unità 2013 ecco che arriva un’altra interessante novità. Non si tratta di una vera e propria news in quanto Fox ha già sviluppato, lo scorso anno, un sistema denominato iRD (intelligent Ride Dynamics) che permetteva il controllo, in maniera elettronica, di ammortizzatori e forcelle.

La nuova tecnologia Intelligent Climb Descend è in sostanza il nuovo switch elettronico che permette di modificare in tutta facilità, e soprattutto senza togliere le mani dal manubrio, il setup di ammortizzatori e forcelle. Il sistema permette di passare dalla regolazione Climb a quella Trail in maniera quasi istantanea. Grazie all’iCD con un minimo movimento della mano sarete in grado di cambiare le impostazioni delle sospensioni, in maniera facile, veloce e praticamente simultanea.

Ma le novità non finiscono qui, si scopre una vera collaborazione tra marchi. Infatti Fox si appoggia a Shimano per quel che riguarda l’iCD. Il marchio americano, oltre ad utilizzare le batterie Shimano Di2, combina le caratteristiche del nuovo sistema con quelle dello Shimano E-Tube.

L’iCD, infatti, utilizza la Power-Line-Communication che permette la comunicazione dei dati e dell’alimentazione tramite un unico cavo elettrico. Questo si trasforma in un ingombro minimo ed in una semplicità d’utilizzo e di installazione fuori dal comune. Il sistema dispone anche di una opzione di interfaccia per PC che permette la personalizzazione del comando remoto e fornisce l’accesso a strumenti diagnostici e la possibilità di aggiornarne le funzionalità. Dunque una vera e propria rivoluzione nell’ambito delle sospensioni che oltre a consentire un setup immediato in ogni situazione permette anche una completa personalizzazione delle proprie unità ammortizzanti.

I dati rilevati sono impressionanti. Tramite l’iCD potrete cambiare il setup delle vostre sospensioni in soli 0,25 secondi per la forcella ed in 0,45 secondi per l’ammortizzatore. Le batterie poi durano tantissimo, pensate che basterà caricarle solo sei volte l’anno, queste infatti hanno una durata pari a due mesi e mezzo.

Inizialmente il sistema sarà presente solo sulle forcelle Float da 120 e 100 millimetri e sugli ammortizzatori Float iCD. Disponibile a partire da settembre 2012 l’iCD costerà nel mercato americano 1.499$ (per forcella, batteria, supporto batteria ed interruttore), per l’ammortizzatore basterà sborsare 500$ in più.

Previous post:
Next Post:

Lascia un Commento