Morewood 2013 – Eurobike

All’Eurobike di Friedrichshafen (Germania) a due passi dal meraviglioso lago di Costanza abbiamo avuto l’occasione di vedere in anteprima la gamma 2013 di Morewood Bikes. La factory di Pietermaritzburg (Sud Africa) ha circa dieci anni di storia e da sempre costruisce mountain bike apprezzate da molti biker ed appassionati. Le Morewood sono oggi le bici del team Hutchinson United Ride e rider del calibro di Mick Hannah, Tracey Hannah, Fabien Cousinié, Tim Bentley e Guillaume Cauvin hanno ottenuto risultati molto positivi nella massima serie downhill del pianeta.

Per quanto riguarda il 2013 la gamma dedicata al gravity di Morewood vede ben quattro diversi modelli di mountainbike. Il top di gamma è la Makulu. Tre anni di test e sviluppo sui percorsi di coppa del mondo hanno prodotto un telaio studiato ed affinato per il downhill racing.

Duecentotre i millimetri di escursione alla ruota posteriore, gestiti da un sistema monocross assistito denominato Low Leverage Advantage. Il telaio è realizzato in alluminio 6082 con tubazioni idroformate. La battuta posteriore è di 150x12mm. La serie sterzo è conificata.

Le geometrie vedono l’angolo sterzo da 64° mentre l’angolo sella da 65°. Il carro è lungo 438mm mentre il passo nella misura M è 1183mm. Tre le taglie a disposizione, dalla S alla L. Le escursione anteriore e posteriore è affidata a sospensioni BOS. Per il 2013 è inoltre disponibile un montaggio con sospensione posteriore ad aria BOS Void.

Sempre dedicata al gravity la Kalula. 178mm di escursione alla ruota posteriore gestiti dal sistema Low Leverage Advantage. Si tratta praticamente di una “piccola Makulu” dedicata al freeride più spinto. Qui le geometrie vedono un’angolo sterzo da 65,5° mentre quello sella è di 67,3°. Il carro è lungo 438mm mentre il passo totale nella misura M è di 1139mm. Anche qui tre taglie a disposizione: S,M ed L. Le escursione posteriore è affidata all’ammortizzatore BOS Void, mentre all’anteriore troviamo una forcella Idylle SC da 180mm.

Ultimo dei modelli dedicati al gravity è invece l’Izimu. Questo modello è dedicato al downhill e come per il Makulu c’è una sorella minore dell’Izimu con escursioni più contenute: la Zama.

L’escursione posteriore dell’Izimu è di 200mm affidata all’ammortizzatore Fox DHX RC4. Anche qui la battuta posteriore è di 150mm con asse passante da 12mm. Il telaio è in alluminio 6082 T6 con tubazioni idroformate. Angolo sterzo da 65° mentre l’angolo sella è di 71°. Tre le taglie a disposizione dalla S alla L. Il passo nella misura M è lungo 1168mm mentre la lunghezza del carro è di 442mm (tutte le taglie).

Sicuramente i modelli più significativi per il 2013 sono la Sukuma e la Jabula. Si tratta di due bici destinate a discipline come l’allmountain e l’enduro, entrambe adottano come sistema ammortizzante lo Split Pivot ed hanno rispettivamente escursioni di 150mm per la Sukuma e di 170mm per la Jabula.

Sono in linea di massima molto simili eccetto per quel che riguarda l’escursione e le geometrie. Le geometrie della Sukuma vedono infatti un angolo sterzo da 67,5° mentre l’angolo sella è di 72,5°, passo nella misura M di 1116mm e chainstay di 428mm. Per quanto riguarda la Jabula l’angolo sterzo scende a 66,5° mentre il seat angle rimane invariato, il passo cresce fino a 1139mm (misura M) così come la lunghezza carro che è di 433mm.

Tra le caratteristiche principali di queste mountain bike non possiamo non citare l’attacco per guida catena ISCG 05, il movimento centrale PressFit da 92mm ed infine la battuta posteriore 142x12mm.

Per tutte le informazioni sulla gamma Morewood visitate la pagina web morewoodbikes.com

  • http://www.facebook.com/people/Davide-Badami/1375897099 Davide Badami

    adesso chi è l’importatore in Italy ?