MENU
aggiornamento_1_simon_pietermaritzburg-0

News dal Sud Africa da Simon Cittati – parte 1

Ciao a tutti,
sono qui in Sudafrica per seguire la prima tappa dei Coppa del Mondo per Mountain Bike World e cycling.it, per i team italiani Argentina Bike, Dytech e PlaybikerIron Horse e non ultimo per gli amici di Tri-Ride! Siamo arrivati più o meno tutti lunedì scorso, dopo una notte intera in aereo, a Johannesburg. Chi in macchina, chi in furgone, chi in aereo, ci siamo diretti verso Pietermairtzburg. Io ero in furgone con Cozzi, Milivinti e Suding, e grazie alla guida “rotonda” di Cozzi ci siamo potuti godere un pò di bei panorami, incontrando anche dei maxi temporali che però lasciavano in giro degli arcobaleni stupendi. L’accomodation a Pietermaritzburg, scelta dall’ottimo team director di Iron Horse – Kenda – Playbiker Romano “Rommel” Favoino, è un bed and breakfast chiamato Africa’s Eden, gestito da una coppia con il marito di origini italiane: vi dico solo che la prima sera in Sudafrica abbiamo mangiato le lasagne! Ieri (martedi) giornata di relax, la mattina abbiamo visitato la factory Morewood, è stato bellissimo vedere Patrick Morewood venire ad accoglierci direttamente dal banco di saldatura! Nel pomeriggio su consiglio dei ragazzi di Morewood siamo andati a sgranchirci le gambe al Giba Gorge Bike Park, un posto incredibile a circa 60km da Pietermaritzburg, dove abbiamo trovato una pista di BMX bellissima, piena di ragazzini dai 6 anni in su che giravano alla grande, qualche linea di dirt e una DH corta ma divertente. Il gestore del park ci ha accolto come re, mettendoci a disposizione un pickup per le risalite e un addetto alla security che mi seguisse mentre scattavo le foto sul percorso. Assolutamente epico il guado del torrente da fare alla fine della discesa, o si passava a tutta nel torrente oppure bisognava saltellare su delle roccette…non vi dico che fine ha rischiato di fare la mia attrezzatura fotografica! Ora (mercoledi) siamo arrivati da poco in sala stampa, che è all’interno di un centro commerciale poco fuori Pietermaritzburg, l’area paddock è proprio qui fuori e stiamo per andare a farci un giro sul percorso!

Impressioni sul tracciato gara

Appena tornati da un’ispezione a piedi del percorso. Tanto per cominciare la risalita è assurda, bisogna imboccare l’autostrada e poi seguire una strada sterrata fino a un punto (segnalato malissimo) da cui si prosegue a piedi (i fortunati in bici) per arrivare, dopo circa un’ora dalla partenza, allo start della DH. A parte due tratti estremamente tecnici e qualche salto il percorso è piuttosto piatto e sciapo, senza grandi difficoltà. Ci vedo molto bene i pedalatori, molto male i maestri del tecnico tipo Hill o Blenkinsop. La cosa bella è che dal piatto spuntano un paio di panettoni di 12-13 metri, sarà divertente vedere quanto dovranno pedalare i rider per chiuderli. Duncan Riffle, con cui ho chiacchierato sul percorso, mi ha assicurato che in realtà il percorso è piuttosto divertente, e le velocità sempre molto elevate…io stento a crederci, vedremo comunque domani. L’area paddock sembra un pò un accampamento, sono quasi tutti nelle tende bianche noleggiate dall’organizzazione, e ognuno cerca di personalizzarle come può…

A domani per il primo giorno di training!

Simon Cittati

Lascia un Commento