MENU
sram-xx1-released-4

SRAM XX1 – il futuro è arrivato

Vi avevamo già parlato del nuovo gruppo SRAM XX1 qualche tempo fa e avevamo intervistato l’endurista francese Jérôme Clementz che fino ad oggi è stato il tester ufficiale di questa rivoluzionaria trasmissione ideata dal brand americano.

SRAM presenta ufficialmente il nuovo gruppo XX1. Undici velocità appositamente studiate per l’allmountain e per l’enduro. La possibilità di montare una sola corona su una bici con cui è possibile pedalare era fin oggi soltanto un compromesso possibile a chi prediligeva in modo esasperato le discese alle salite o per chi utilizzava i centoquaranta millimetri o più della propria trailbike solamente in discesa. Con il nuovo sistema di SRAM potrete ottenere le massime prestazioni sia in discesa che in salita montando esclusivamente una trasmissione monocorona ad undici velocità. Con questo nuovo gruppo è decisamente arrivato il momento di voltare una nuova pagina nel capitolo dell’allmountain.

Date un’occhiata al video che SRAM ha realizzato sul nuovo gruppo. In questo primo episodio si parla dello sviluppo dell’XX1.

Iniziamo subito parlando del nuovo deragliatore posteriore, si chiama SRAM X-HORIZON ed è un mix di nuove tecnologie per offrire il massimo rendimento. Con l’innovativo parallelogramma orizzontale e con il design della gabbia pulegge, la distanza tra il deragliatore e le undici velocità rimane sempre costante. Ciò significa un’istantanea velocità di cambiata ed una precisione micrometrica. Attraverso poi il sistema ROLLER BEARING CLUTCH™ che prevede una frizione a rulli inserita all’interno del deragliatore stesso il fatidico “chain-slap” è stato notevolmente ridotto.

Tra le altre tecnologie non possiamo non citare l’X-SYNC. Questo sistema attraverso un profilo più pronunciato dei denti delle pulegge fa in modo che la catena rimanga sempre stabile e ben inserita all’interno della gabbia stessa. I denti sono ben dodici. La casa dichiara un peso di soli 220 grammi per il deragliatore posteriore che sarà disponibile nel mercato a partire da ottobre 2012. Anche qui troverete il sistema CAGE Lock che oltre a rendere il deragliatore stabile durante il riding permette di estrarre ed inserire la ruota posteriore in tutta facilità.

Alla cambiata ci pensa poi il nuovo manettino XX1 Trigger Shifter (disponibile anche il manettino Gripshift). Undici click per undici velocità ed una facilità di attuazione che SRAM dichiarà essere impareggiabile. Compatibile con il sistema MatchMaker X, l’XX1 Shifter Trigger è realizzato in carbonio e tra le tecnologie porta dentro l’X-ACTUATION che permette un azionamento consistente e coerente su tutti i pignoni dai dieci ai quarantadue denti. Anche questo componente sarà disponibile sul mercato a partire da ottobre 2012.

Il pacco pignoni è qualcosa di veramente imponente se confrontato a quelli che è oggi possibile trovare sul mercato. Fino a quarantadue denti in undici differenti velocità, l’ultimo pignone ha solo dieci denti. Le undici velocità sono così rapportate 10-12-14-16-18-21-24-28-32-36-42. Il peso di questo gioiello è di soli 260 grammi. Tra le tecnologie che SRAM ha introdotto con questo pacco pignoni non possiamo non citare l’X-DOME che consiste nel ricavare da un unico pezzo di biellette d’acciaio l’intero pacco e che oltre ad aumentare le prestazioni della cambiata favorisce lo smaltimento di fango e detriti. Logicamente, a causa dei dieci denti dell’ultimo pignone la compatibilità con i mozzi standard non è valida, ma gia SRAM e DT Swiss stanno studiando una nuova tipologia di interfaccia che permetterà di montare il pacco pignoni su un mozzo standard.

Il cuore del sistema SRAM XX1 è senza dubbio la pedivella. Una sola corona e tutte le più moderne tecnologie del brand americano. La corona è stata sviluppata per far si che ogni dente si inserisca perfettamente all’interno della catena. Lavorata al CNC è disponibile in diverse configurazioni (28-30-32-34-36-38). Inoltre è possibile cambiare le corone senza smontare la pedivelle dal movimento centrale. Il peso è di 650 grammi bottom bracket incluso, i bracci della pedivelle proprio per contenere il peso sono stati realizzati in carbonio. Tra le altre tecnologie troviamo anche il sistema BB30, il GPX e l’X-SYNC.

Di certo molti di voi si staranno domandando quanto costerà il gruppo SRAM XX1. Diciamo che non è il massimo per chi ricerca un prezzo contenuto, ma ciò risulta normale per un gruppo che reca la dicitura XX in bella vista. Negli Stati Uniti sarà offerto al pubblico a 1.449 $ mentre in Europa a 1.299 €.

Se volete saperne di più date uno sguardo anche a questa brochure digitale o visitate la pagina web sram.com. Per una visione migliore cliccate su expand.

FEATURED IN THIS POST

One Response to SRAM XX1 – il futuro è arrivato

  1. silvano scrive:

    e veramente molto bello silvano

Lascia un Commento