Whip Off World – Crankworx Whistler

Triride XL

XL » 15/08/2012

Oggi al Crankworx di Whistler è stata la giornata del contest NON-ufficiale più attesto della settimana: il Whip Off World. Al suo secondo anno di vita il Whip Off World è nato da un’idea di Sven Martin (fotografo) e Brad Benedict (rider Specialized USA). Con il successo che sta ottenendo il contest potete scommettere che molto presto verrà inserito nel programma degli eventi ufficiali del Crankworx. Per due ore rider provenienti dal mondo del dh racing e del freeride si sono sfidati a suon di whip su un salto ENORME del percorso Crabeapple. Una giuria composta da Martin, Benedict ed altri fotografi ha poi scelto il miglior whip della giornata. Il risultato ufficiale è stato il seguente: primo classificato Tyler MacCaul, secondo Thomas Vanderham e terzo Cam Zink. Miglior scrub Ian Morrison, miglior whip non portato a termine, sarebbe a dire con un atterraggio non proprio esemplare, Bernard Kerr.

Lo spettacolo non è certo mancato. La giuria, a nostro parere, ha giudicato forse in un modo un po’ frettoloso, ma andiamo con ordine.

Cominciamo con un classico che non stanca mai: Brendan Fairclough.

whip_off_worlds_2012-fairclough

Il videorecap di Vital.

Una bella doppietta australiana per il team Kona: Connor Fearon seguito da Mitch Delfs.

whip_off_worlds_2012-fearon-delfs

Eliot Jackson si esibisce in un whip no foot.

whip_off_worlds_2012-jackson

Brook MacDonald.

whip_off_worlds_2012-macdonald

Lo stile non manca a Marc Beaumont in questo whip davvero mx style.

whip_off_worlds_2012-beaumont

Ancora un altro classico: Thomas Vanderham si aggiudica il secondo posto.

whip_off_worlds_2012-vanderham

Cam Zink, terzo classificato.

Neko Mulally.

whip_off_worlds_2012-mulally

Eddie Masters, fratello del più conosciuto Wyn, non smentisce la tradizione neozelandese: la dipendenza da infradito. A quanto pare i kiwi le usano pure per girare grosso.

whip_off_worlds_2012

Dopo la vittoria all’Enduro Canadian Open Jerome Clementz, come aveva dichiarato, si dedica ad affinare la sua tecnica nel whip, quale migliore occasione che godersi una mattinata da spettatore al Whip Off Worlds?

whip_off_worlds_2012-clementz

Brad Benedict (sinistra) e Sven Martin (destra), le due menti dietro il Whip Off World.

whip_off_worlds_2012

Benedict corre sù e giù per assicurarsi che tutto sia a posto per la run successiva.

whip_off_worlds_2012

Austin Warren.

whip_off_worlds_2012

Non solo whip!

whip_off_worlds_2012

Il più eclatante tentativo di trick “non whip” và sotto il nome di un italiano, Nick Pescetto. Nick ha infatti tentato un back flip proprio mentre stava dietro ad Andreu Lacondeguy. L’atterraggio non è riuscito al meglio ma l’esecuzione è stata fantastica ed ha lasciato tutti col fiato sospeso. Grande Nick!

whip_off_worlds_2012-pescetto

whip_off_worlds_2012-pescetto

whip_off_worlds_2012-pescetto

whip_off_worlds_2012-pescetto

A bordo pista una folla di spettatori si godeva lo spettacolo del contest.

whip_off_worlds_2012

Dal cielo la presenza della Freeride Entertainments.

whip_off_worlds_2012

Andreu Lacondeguy.

whip_off_worlds_2012-lacondeguy

Kyle Strait.

whip_off_worlds_2012-strait

Il vincitore del contest Tyler MacCaul.

whip_off_worlds_2012-maccaul

whip_off_worlds_2012

Adesso veniamo alla parte più interessante della giornata. Come vi abbiamo detto Bernard Kerr ha vinto il premio come miglior whip con atterraggio non proprio riuscito. Ora noi eravamo lì e vi possiamo garantire che l’atterraggio di questo whip è stato perfetto. A nostro modesto parere nessuno oggi ha avuto lo stile di Kerr, ma soprattutto nessuno l’ha “messa di lato” come il rider inglese (la ruota posteriore era palesemente davanti l’anteriore). Guardate bene la sequenza qui in basso e fatevi voi un’idea.

whip_off_worlds_2012-kerr

whip_off_worlds_2012-kerr

whip_off_worlds_2012-kerr

whip_off_worlds_2012-kerr

Il vincitore oggi per noi, nessun dubbio in merito. Go Go Bernard!

whip_off_worlds_2012-kerr