Windham World Cup – finali photostory

Triride XL

XL » 2/07/2012

La gara di Windham (Stati Uniti) è stata con ogni probabilità una delle più spettacolari della stagione. Il percorso favoriva le alte velocità e se ciò non bastasse rock garden e salti hanno letteralmente infiammato lo spettacolo. A salire sul gradino più alto del podio è stato Aaron Gwin (Trek World Racing) che spinto da alcune migliaia di fans americani ha dato prova, ancora una volta, di essere il rider più in forma ed il migliore in senso assoluto. Jacob Gibbins ha realizzato un po’ di foto per raccontare le finali della gara americana.

Si sale in cima. Aaron Gwin (Trek World Racing) si dirige verso la testa del percorso. Un momento sicuramente molto importante per un rider che una volta indossato il casco rimane concentrato al massimo sulla sua run. Certamente il sapersi concentrare ed il saper rimanere freddo in ogni situazione sono alcune delle caratteristiche del campione americano che poi gli permettono, insieme ad uno stile di guida unico, di vincere le gare di coppa. Si sale soli, si vince soli!

Nessuno mette in dubbio lo stile e la bravura di Steve Smith (Devinci Global Racing) ma a Windham il canadese ha davvero impressionato. Un secondo posto meritato e agguantato con una grinta straordinaria. Smith si troverà sicuramente a proprio agio su percorsi veloci come quello statunitense ma sicuramente riuscirà a dire la sua anche nelle ultime gare di coppa.

Gee Atherton (GT Factory Racing) è l’emblema di quella tipologia di rider che in ogni circostanza e su ogni percorso riesce a fare bene. Il terzo posto a Windham è la prova che il campione inglese riesce sempre a “tirar fuori dal casco” dei buoni numeri. Il suo stile di guida veloce e pulito riesce sempre a portarlo sul podio. Di sicuro sta disputando un’ottima stagione.

Ormai tutti siamo abituati alle ottime prestazioni di Danny Hart (Giant Factory Off Road Team). A Windham l’inglese già campione del mondo è stato a lungo seduto sull’hot seat, meglio di lui solo Atherton, Smith e Gwin. Alla fine terminerà quarto.

Se non fosse stato per qualche “sbavatura” nella parte alta del tracciato, Sam Hill (Monster Energy Specialized) avrebbe quasi sicuramente agguantato il podio. Sempre fedele ai pedali flat, l’australiano terminerà la gara in settima posizione.

A buon intenditore poche parole. I fan a Windham hanno sicuramente giocato un ruolo determinante per la vittoria del loro idolo Aaron Gwin. Curva dopo curva le tre lettere più gridate sono state USA.

Verso la vittoria della quinta tappa di coppa del mondo 2012. Gwin da record! Una stagione fenomenale per il rider americano che ormai sente la coppa sempre più vicina. A due gare dal termine è lui il leader nell’overall.

Tris d’assi. I primi tre classificati a Windham, anche se tanti altri sono stati i rider che hanno infiammato la gara americana. L’appuntamento con la coppa del mondo è a fine mese con la gara di Val d’Isere (Francia).