MENU
windham-quali-evi

Windham World Cup – qualifiche photostory

Grande giornata quella di ieri a Windham (Stati Uniti) per il quinto round di coppa del mondo. Sul veloce percorso americano è Aaron Gwin (Trek World Racing) a conquistare la prima posizione in qualifica. Una run, quella dell’americano, che ha dello straordinario; Gwin riesce ad essere il più veloce anche se la sua Session ha avuto qualche problema. Il percorso è molto difficile da interpretare, le linee dei rider cambiano in fretta e mentre si gira a nastro le condizioni della pista mutano velocemente. A farla da padrone la roccia che ha creato non pochi inconvenienti tecnici, inoltre il percorso è molto polveroso e se si sbaglia, il minimo errore viene pesantemente pagato. Jacob Gibbins ha realizzato un bel po’ di scatti per raccontarvi la giornata delle qualifiche della gara americana.

Ancora una volta il rider del team Trek World Racing ha dimostrato di essere il più veloce del grande circus. A nulla è bastato un inconveniente alla catena che non ha rallentato per niente la “folle” run di Gwin. A tifare per lui alcune migliaia di appassionati americani, insomma una gara tutta in discesa che quasi certamente riuscirà a dominare.

Se c’è qualcuno che è riuscito ad avvicinarsi alle prestazioni di Aaron Gwin questo è sicuramente Danny Hart (Giant Factory Off Road Team). L’inglese ha fatto sengnare il miglior tempo nel primo settore, più veloce anche di Gwin. Sfortunatamente una caduta comprometterà la prova di Hart che finirà in quarantasettesima posizione.

Decisamente ottima la prestazione del rider canadese Steve Smith (Devinci Global Racing). Un rider che fin dagli esordi è riuscito a classificarsi tra i top rider di coppa del mondo. Una seconda posizione in qualifica meritata per Smith che conclude la sua run a poco più di mezzo secondo dall’americano.

Ottima prova anche per Andrew Neethling (Giant Factory Off Road Team). Neethling si classificherà in quarta posizione e rimane uno dei protagonisti di maggior rilievo per la gara di domenica.

Brendan Fairclough (Scott 11) vola sui salti del veloce percorso statunitense. Una prestazione, in qualifica, decisamente problematica per l’inglese che riesce a qualificarsi in quanto protetto. Diciamo che non sta vivendo una stagione positiva in seno al team svizzero, speriamo riesca a recuperare quanto prima.

Josh Bryceland (Santa Cruz Syndicate) sulle rocce di Windham. Le linee dei rider cambiano in continuazione a causa delle tante pietre smosse sul percorso che creano non pochi problemi. Bryceland terminerà in ventunesima posizione, poco più sotto dei compagni di squadra Peat e Minnaar. Quest’ultimo poi ha subito un problema alla catena che lo relegherà in quindicesima posizione.

Sam is back! A confermare l’ottima stagione del rider australiano i piazzamenti nelle ultime gare di coppa del mondo. Sam Hill (Monster Energy Specialized) ha saputo ben interpretare il percorso di Windham, per lui la quinta posizione.

Alfiere italiano, Lorenzo Suding (Pila Black Arrow) ha portato in alto il tricolore. Suding si classificherà in diciottesima posizione. Speriamo riesca a ripetere le ottime prestazioni di ieri anche per la finale di questa domenica.

Il percorso di Windham si è rilevata una traccia più complessa di quanto ci si aspettasse. Domenica ne vedremo delle belle per la quinta tappa di coppa del mondo che come al solito potrete seguire in diretta streaming sul canale live.redbull.com a partire dalle 20:15 (CEST).

FEATURED IN THIS POST

Lascia un Commento